Benedetta Cosmi”Serve l’orgoglio per ripartire”

Mer, 10/02/2021 – 07:00

  • LIBRI

Benedetta Cosmi è autrice del romanzo “Orgoglio e sentimento” (Armando Editore), candidata al prossimo Premio Strega. 
 

“Orgoglio e sentimento”… è la sua ricetta post pandemia, partendo dai giovani?
Un manifesto forse. L’orgoglio è quella reazione ad un’epoca piena di disagi, come la precarietà, la crisi economica e sanitaria. L’orgoglio  e il coraggio di scegliere le priorità, quindi di credere in una generazione che è stata tenuta troppo in panchina, di puntare sul merito. sui beni culturali, sulla scuola e sull’amicizia.

E il sentimento?
 La traccia con cui seguiamo le vicende umane: il sentimento oggi è frustrato per decreto e dobbiamo riscoprirlo.

L’amicizia fra 4 ragazzi è il filo rosso del romanzo: lo è anche nella vita di oggi?
Sì l’amicizia è il nuovo collante della società e la racconto con le difficoltà nel diventare amici, incontrandosi un giorno per caso su un treno

Quanto la comunità  può essere antidoto alla solitudine dei nostri giorni?
Un tempo c’era voglia di scappare dalle comunità, oggi bisogna riscoprirle, creando dei ponti, fisici e non. C’è sempre bisogno di un luogo, come diceva Pavese.

I protagonisti del romanzo hanno un gruppo in cui si chiamano “i disagiati”…
 Una metafora della vita, che è sì un insieme di disagi, ma che attraverso il collante dell’amicizia può riservarti anche grandi cose: nel 2036, Sonia, una delle protagoniste, quella che era una delle trascurate della politica, diventerà  Presidente della Repubblica…

Se avesse a disposizione tre parole chiave da dire al presidente incaricato  Draghi?Gli chiederei di unire Scuola, Beni culturali e Sviluppo economico in un unico ministero. La scuola oggi si fa in ambienti bruttissimi e come diceva Peppino Impastato, a forza di stare in ambienti brutti rischi di abbrutire i rapporti.

Il suo romanzo è stato proposto per il Premio Strega 2021 anche  per  l’analisi politico-letteraria… che Jane Austen le possa portare fortuna! 
Gioco molto con i titoli dei romanzi della grande scrittrice “Ragione e sentimento” e Orgoglio e pregiudizio”: la mia ambizione è di arrivare nella rosa dei 12 finalisti perché i temi che tratto abbiano una visibilità diversa da quella della saggistica. Mai come oggi è importante rompere quel “tetto di cristallo”, come direbbe Sonia a proposito della questione di genere e della sua elezione al Quirinale…

SERENA BOURNENS